Palacio Presidencial

Valutazione:

Eccezionale

Il Palazzo presidenziale cubano è stato costruito agli inizi del XX secolo, con l'obiettivo di essere la sede del governo provinciale a L'Avana. Il suo design, concepito sotto l'influenza di eclettismo, è stata fatta dall'architetto Rodolfo cubana Maruri e il belga Paul Belau, correndo la sua costruzione da parte della Società generale contraente e la sua decorazione interna da Tiffany Studios. Tre anni prima del suo insediamento e motivato dalla maestosità del luogo, l'allora presidente Mario García Menocal ha deciso di trasferire la destinazione della sede installazione di governo nazionale, di essere ufficialmente inaugurato il 31 Gennaio, 1920.

Al suo interno possiamo trovare, tra le altre ostentati, pavimenti e foderato con scale in marmo di Carrara, completato da uno squisito stile mobili Luigi XV che ha raggiunto il suo picco nella famosa Sala degli Specchi, chiamato per il possesso di lune di grandi dimensioni e smussato ornata con legni pregiati filetti in oro.

Nel periodo rivoluzionario si stabilirono nel Palazzo della Presidenza e del Consiglio dei Ministri fino al 1965. Nel 1974 riaperto come Museo della Rivoluzione, funzione che conserva fino ad oggi, che ospita gran parte della storia delle guerre cubano-led Fidel Castro. È stato dichiarato Monumento Nazionale il 13 marzo, 2010.

Tipo: Building

:1909 - 1920

Indirizzo: Calle Refugio Nro. 1, entre Agramonte (Zulueta) y Avenida de Bélgica (Monserrate

Ristoranti per zona in {city}:

Telefono:+53 7 8624093//8624094

orario di apertura:Lunes a domingo: 10:00 – 17:00

: Rodolfo Maruri y Paul Belau

: stile eclettico

Zona di interesse: architettura, storia, politic

Servizi: Museum